1
DragoSan

DragoSan

Dai frutti maturi di Pitaya si ricava una bevanda fonte naturale di principi nutritivi. Esistono molte varietà di questo frutto, la più pregiata, nota con il nome di Frutto del Drago, è la Pitaya rossa (Hylocereus undatus) d'origine asiatica. La sua polpa, che può essere bianca o rossa, contiene scuri semini commestibili ed il suo sapore risulta gradevole e delicato.

.

Specifiche

  • Funzionalità:

    Cactus dal portamento cadente, la Pitaya, detta anche pianta del drago, genera frutti tanto particolari nell’aspetto quanto ricchi di proprietà benefiche. D’origine vietnamita, la varietà rossa, e d’origine colombiana, quella gialla, la Pitaya, grazie ai benefici principi attivi contenuti nella sua succulenta polpa, è ideale per contrastare problemi intestinali, facilitare la depurazione dell’organismo e favorire la perdita di peso corporeo. Si può consumare fresca o, ancora meglio, si può bere il suo succo, dolce, rinfrescante e molto salutare.

     

     

    Proteine e fibre per il metabolismo

    La Pitaya è ricca di sali minerali, come il calcio e il fosforo e di vitamine, la vitamina A, la vitamina C e alcune vitamine del gruppo B, come la B1 che trasforma gli zuccheri in energia e la B3 utile alla circoalzione. Importante anche l’elevata percentuale di antiossidanti, contenuti in maggior percentuale nella varietà di Pitaya a polpa rossa, che contrastano l’azione dannosa dei radicali liberi, primi responsabili dell’invecchiamento cellulare. La Pitaya è una fonte naturale di fibre e proteine che aiutano a mantenere sotto controllo il peso corporeo.

    Le proteine infatti, sono le costituenti fondamentali dei muscoli e della “massa magra”. Grazie alla presenza delle fibre che la Pitaya è utile per ridurre l’assorbimento dei grassi. Infine, dato il suo basso apporto calorico, questo frutto può essere inserito senza problemi anche in regimi dietetici a basso apporto calorico.

     

     

    Favorisce l’attività intestinale

    La pitaya è anche efficace per contrastare problemi d’origine intestinale. Le tante fibre presenti nella polpa del frutto tropicale sono in grado di riequilibrare le funzioni fisiologiche dell’intestino, facilitando così la normale peristalsi. I piccoli semini neri presenti all’interno della polpa possiedono naturali e blande proprietà lassative, utilissime per ridurre i sintomi della stitichezza.

     

     

    Potenzia le difese e la memoria

    Il mix di vitamine presenti nella Pitaya le attribuiscono importanti proprietà immunostimolanti. Se consumato con regolarità, questo frutto tropicale rappresenta un buon trattamento preventivo contro vari disturbi, soprattutto d’orgine batterica e virale perchè rafforza il sistema immunitario e potenzia l’azione di difesa degli anticorpi. Ma la Pitaya è utile anche per stimolare l’attività celebrale: il fosforo, infatti, favorisce la concentrazione e la memoria.

     

     

    Stimola fegato e reni

    La Pitaya favorisce la depurazione del fegato e l’eliminazione di scorie e tossine che spesso si accumulano nei tessuti. Inoltre possiede proprietà diuretiche utili per stimolare l’attività renale, contribuendo anche a combattere la ritenzione idrica e pelle a buccia d’arancia.

     

     

    Tratto da “I succhi della salute” di G.Maffeis e G.De Simone - Edizioni Riza - Milano - 2013

    .

  • Ingredienti caratteristici: Pitaya (Hylocereus undatus) succo e purea del frutto
  • Ingredienti:

    Pitaya (Hylocereus undatus) succo e purea del frutto; conservante: potassio sorbato. 

     .

  • Modo d'uso:

    Per un migliore utilizzo assumere da 3 a 5 cucchiai al giorno, puro o diluito in acqua.

     .

  • Avvertenze:

    Agitare bene prima dell'utilizzo. Una volta aperto conservare in frigorifero.

     .

  • Confezione: bottiglia in vetro scuro. Unità minima di consegna: 3 pezzi
  • Contenuto: ml 500
  • Codice: 1574
  • Codice parafarm: 925363830
  • Prezzo consigliato: € 21,30